Vai a sottomenu e altri contenuti

rimborso spese di viaggio agli studenti pendolari

DESTINATARI

Possono beneficiare del rimborso i genitori o gli esercenti la patria potestà degli studenti pendolari, che frequentano le Scuole secondarie di II grado, sia statali che paritarie, o gli stessi studenti se maggiorenni, appartenenti a famiglie il cui reddito ISEE in corso di validità non sia superiore a euro 14.650,00, per l'anno scolastico già concluso all'atto della presentazione della domanda.

Possono chiedere il rimborso gli studenti pendolari, iscritti e frequentanti in ambito regionale istituti di istruzione secondaria superiore ed artistica e i Conservatori di Musica, pubblici o privati, questi ultimi purché abilitati a rilasciare titoli di studio riconosciuti dallo Stato;

Il rimborso sarà commisurato al percorso necessario a raggiungere quella più vicina delle scuole del tipo prescelto dagli alunni. Nell'ipotesi in cui esistano due istituti aventi il medesimo indirizzo di studio il rimborso sarà quindi commisurato, in ottemperanza alle direttive regionali, alla percorrenza necessaria a raggiungere il più vicino.

Fermo restando il limite di cui al precedente punto, saranno rimborsati solo ed esclusivamente le spese effettivamente sostenute e documentate tramite abbonamento nominativo individuale. Non è ammessa la presentazione di biglietti semplici o carnet non nominativi ne' dichiarazioni da parte di eventuali erogatori del servizio;

in caso di utilizzo di mezzo proprio il rimborso è ammesso solo in comprovata assenza di mezzi di trasporto pubblico. Il rimborso non potrà superare la spesa sostenuta con l'utilizzo dei mezzi di linea. In presenza di più studenti appartenenti allo stesso nucleo familiare, verrà assegnato un unico rimborso.

Trattandosi di rimborsi riconosciuti agli studenti pendolari, e finalizzati al sopperire alla mancanza degli istituti scolastici nel Comune di residenza, non possono essere rimborsati i titoli del viaggio relativi al trasporto urbano ma solo ed esclusivamente al trasporto extra urbano.

Le percentuali di rimborso delle spese di viaggio degli studenti pendolari, sono determinate sulla base del reddito I.S.E.E in corso di validità

Agli studenti portatori di handicap con una percentuale di invalidità pari o superiore al 75% il rimborso delle spese di viaggio viene riconosciuto nella misura massima del 100% del costo dell'abbonamento, indipendentemente dal Reddito I.S.E.E.;

Qualora lo stanziamento di bilancio fosse insufficiente a coprire il rimborso richiesto dagli studenti, il contributo da assegnare a ciascuno studente viene diminuito detraendo su tutti gli importi la medesima percentuale di rimborso.

Requisiti

Aver frequentato regolarmente, per l’anno scolastico di riferimento, una classe delle Scuole Secondarie di II grado Reddito familiare pari o inferiore ad un ISEE (Indicatore situazione economica equivalente) di € 14.650,00.

Costi

-

Normativa

Leggi Regionali per il DIRITTO ALLO STUDIO n. 31 del 05.06.1984 e n. 1 del 24.02.2006.

Documenti da presentare

  • § istanza di accesso ai benefici

    § abbonamenti nominativi dello studente

    § certificazione ISEE, riferita al NUCLEO FAMILIARE DELLO STUDENTE, in corso di validità

    copia del documento di riconoscimento

Termini per la presentazione

le domande devono essere presentate dagli studenti maggiorenni o dai genitori, se minori, entro i termini stabiliti dal pubblico avviso disposto annualmente dal Servizio “Diritto allo Studio”, che predispone e pubblica l’avviso pubblico e i moduli di domanda.

Incaricato

ufficio di segreteria- Carlo Peis

Tempi interni

-

Tempi complessivi

90 GIORNI

Termini e modalità di ricorso

 

E' possibile presentare ricorso e/o osservazioni avverso la graduatoria provvisoria dei beneficiari, durante e subito dopo la sua pubblicazione all'Albo Pretorio del Comune, direttamente e informalmente al Responsabile del Procedimento dell'ufficio di Segreteria, al I piano del Municipio.

Note

Il Comune, anche al fine di contenere il fenomeno della dispersione scolastica, contribuisce all'abbattimento delle spese di viaggio, sostenute dalle famiglie degli studenti meritevoli in disagiate condizioni economiche, che frequentano le Scuole Secondarie di II grado ubicate fuori dal territorio comunale, stanziando annualmente nel Bilancio di Previsione l'importo di € 14.533,57.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Richiesta rimborso spese di viaggio Formato pdf 304 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto