Vai a sottomenu e altri contenuti

buono libri

Il Buono libri è attribuito in proporzione alle spese dichiarate e ritenute ammissibili, senza limite massimo. Qualora la dotazione finanziaria stabilita per uno dei due ordini di scuola fosse sovradimensionato rispetto alle reali esigenze, il Comune può, una volta soddisfatte le richieste degli studenti di quel grado di istruzione, destinare le somme in eccedenza per soddisfare le eventuali esigenze relative alle istanze degli studenti dell'altro ordine di scuola

E' rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, il cui nucleo familiare presenta un I.S.E.E. in corso di validità, ai sensi del D.P.C.M. n° 159/2013, inferiore o uguale a € 14.650,00.

Possono presentare la domanda all'Ufficio protocollo del Comune il genitore, il rappresentante legale dello studente o lo stesso studente se maggiorenne, compilando l'apposito modulo e allegando la seguente documentazione:

1. fotocopia dell'attestazione dell'ISEE in corso di validità rilasciata ai sensi della normativa prevista dal DPCM n.159/2013;

2. fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità;

dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sulle spese effettivamente sostenute per l'acquisto dei libri di testo adottati dalla propria scuola (cartacei o digitali) unitamente alla documentazione comprovante la spesa (scontrini, ricevute, fatture), come da disposizione regionale

Requisiti

E' rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, il cui nucleo familiare presenta un I.S.E.E. in corso di validità, ai sensi del D.P.C.M. n° 159/2013, inferiore o uguale a € 14.650,00.

Costi

--

Normativa

  • RIFERIMENTI NORMATIVI:

    la Legge n. 448 del 23.12.1998, art. 27, comma 1, reca disposizioni in merito alla fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo per gli studenti della scuola dell'obbligo e della scuola secondaria superiore, provenienti da famiglie versanti in condizioni economiche disagiate;

    il D.P.C.M. del 4.07.2000 n. 226, concernente le disposizioni di attuazione dell'art. 27 della Legge 23.12.1998 n. 448.

  • Deliberazione della Giunta Regionale che adotta ANNUALMENTE il piano di riparto, fra tutti i comuni della Sardegna, dello stanziamento destinato alla fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo per ciascun anno scolastico, destinando una somma specifica per gli alunni della scuola secondaria di I grado e la prima e seconda classe del II grado, ed un' altra per gli alunni delle classi dalla III alla V classe della secondaria di II grado.

Documenti da presentare

    • DOCUMENTAZIONE:

      § domanda, debitamente compilata e firmata sui moduli predisposti annualmente dalla Regione e forniti dal Servizio, sia cartacei che informatici, reperibili nel sito Internet del Comune;

      § documentazione comprovante la spesa (scontrini, ricevute, fatture.

      § certificazione ISEE, riferita al NUCLEO FAMILIARE DELLO STUDENTE, relativa all'ultimo reddito annuale, percepito dalla famiglia.

      La modulistica da utilizzare è a disposizione nel sito della Regione Sardegna: www.regione.sardegna.it, nel sito del Comune, presso l'Ufficio segreteria/diritto allo studio e presso lo sportello del cittafino negli orari di apertura al pubblico.

Termini per la presentazione

I termini di presentazione della richiesta vengono indicati nell'avviso pubblico di indizione della procedura

Incaricato

ufficio di segreteria- Carlo Peis

Tempi complessivi

90 giorni

Termini e modalità di ricorso

entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria possono essere presentati eventuali ricorsi o osservazioni presso l'ufficio di segreteria

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto