Vai a sottomenu e altri contenuti

FINANZIAMENTI PER I PROGETTI PREVISTI DAL PROGRAMMA 'RITORNARE A CASA'

FINANZIAMENTI PER I PROGETTI PREVISTI DAL PROGRAMMA 'RITORNARE A CASA'
Legge regionale n. 4 dell'11/05/2006, art. 17, comma 1

Descrizione
La Regione ha avviato da alcuni anni un programma denominato 'Ritornare a casa' (RAC), finalizzato a:
- favorire il rientro o la permanenza in famiglia, nella comunità di appartenenza o comunque in un ambiente di vita di tipo familiare, di persone attualmente inserite in strutture residenziali a carattere sociale e/o sanitario o a rischio di inserimento in tali strutture, che necessitano di un livello assistenziale molto elevato;
- migliorare il grado di autonomia e la qualità della vita delle persone con autosufficienza compromessa;
- aiutare le famiglie delle persone non autosufficienti attraverso l'organizzazione di una rete di servizi e il sostegno al familiare di riferimento.

In cosa consiste:
Il programma è attuato attraverso il finanziamento di progetti personalizzati, della durata di 12 mesi, che prevedano un piano di spesa di massimo 20 mila euro annui, di cui l'80% a carico della Regione e il 20% a carico del Comune di residenza dell'interessato.
L'importo effettivo del contributo annuo sarà determinato in base alla situazione economica del beneficiario, calcolata con il metodo dell'Indicatore della situazione economica equivalente - ISEE.

Destinatari:
Persone dimesse da strutture residenziali a carattere sociale e/o sanitario dopo un periodo di ricovero pari ad almeno 12 mesi;
- persone affette da gravi patologie degenerative non reversibili in ventilazione meccanica assistita a permanenza 24h o in coma;
- persone che, a seguito di una malattia neoplastica, si trovino nella fase terminale della loro vita, clinicamente documentabile;
- persone in grave stato di demenza, alle quali l'unità di valutazione territoriale (UVT) competente abbia attribuito un punteggio non inferiore a 5 sulla base della scala CDRs (Clinical dementia rating scale);
- persone affette da patologie con andamento cronico degenerativo con pluripatologia, che soffrano anche di almeno altre due patologie, non concorrenti, oltre alla principale.

Chi beneficia del programma 'Ritornare a casa' non può accedere ai finanziamenti per i piani personalizzati in favore delle persone con disabilità grave, previsti dalla legge n. 162/1998.

Documentazione:
L'interessato o il familiare di riferimento deve presentare al Comune di residenza, direttamente o tramite il punto unico di acceso (PUA) della ASL n. 7, la richiesta di predisposizione di un progetto personalizzato, accompagnata dalla specifica certificazione medica.

Procedura:
Il Comune, la ASL e il richiedente o il familiare di riferimento predispongono e sottoscrivono il Progetto personalizzato (secondo le necessità valutate congiuntamente) che sarà poi inviato alla Regione della Sardegna.
La Regione procede alla valutazione del Progetto comunicando successivamente l'esito al Comune, di ammissione al finanziamento o di rifiuto motivato.

Il Comune comunica l'esito al richiedente che potrà così attivare le azioni previste nel Progetto.

L'avvio del Progetto da parte del beneficiario dovrà essere tempestivamente comunicato al Comune.

Liquidazione del finanziamento:
La liquidazione ed il pagamento del finanziamento avviene sotto forma di rimborso delle spese sostenute. A tal fine il beneficiario presenta al Comune, con l'apposito modulo, la documentazione giustificativa delle spese sostenute ogni bimestre entro il giorno 5 del mese successivo al bimestre scaduto.
La liquidazione e il pagamento avverranno entro il mese di presentazione della documentazione.
Il rimborso delle spese la cui documentazione sia stata presentata oltre il giorno 5 sarà liquidata entro il mese successivo.

Il mandato di pagamento verrà emesso in favore del Beneficiario del finanziamento con ritiro presso sportello del Banco di Sardegna o accredito su CC Bancario o Postale intestato al Beneficiario.

In presenza di regolare delega alla riscossione sottoscritta dal Beneficiario del finanziamento o dall'Amministratore di Sostegno/Tutore, esercente la potestà genitoriale dello stesso, il mandato di pagamento sarà emesso in favore del delegato che potrà riscuotere la somma direttamente allo sportello del Banco di Sardegna o accredito su CC Bancario o Postale.

Contributo aggiuntivo:
Le famiglie che assistono persone in situazioni particolarmente gravi, quali quelli in ventilazione meccanica assistita permanente o in coma, possono richiedere un contributo aggiuntivo, fino ad un massimo di 9 mila euro.
La richiesta può essere fatta anche contestualmente al finanziamento ordinario per il progetto.
Il contributo aggiuntivo è destinato alla copertura delle spese anche indirettamente correlate alla malattia, quali il pagamento delle utenze, l'adeguamento dei locali e l'alimentazione differenziata, e può essere utilizzato pure per garantire ore di assistenza domiciliare ulteriori rispetto a quelle coperte dal finanziamento ordinario.

Contributo straordinario:
Per le situazioni particolarmente gravi sopra citate può essere richiesto un finanziamento straordinario, fino ad un massimo di 18 mila euro, per la copertura delle spese anche indirettamente correlate alla malattia, quali il pagamento delle utenze, l'adeguamento dei locali e l'alimentazione differenziata.
Il finanziamento straordinario può anche essere assegnato per la stessa annualità in cui è stato concesso un contributo aggiuntivo, purché sia presentato un apposito progetto e siano rendicontate le spese sostenute con quest'ultimo contributo.

Rinnovi:
La richiesta di rinnovo dovrà essere presentata almeno 3 mesi prima della scadenza naturale del progetto

Dove rivolgersi:
Servizi sociali del Comune

Comune di Guasila - Via Gaetano Cima 7, 09040 Guasila (CA) - Telefono 070 983791, Fax 070 986005 - sociale@comune.guasila.ca.it - C.F. 80007250923 - P.I. 01279960924
Posta Elettronica Certificata: protocollo@pec.comune.guasila.ca.it

Links utili
· Modulistica sottostante

· Per saperne di più

Requisiti

CONSULTARE IL PROCEDIMENTO

Costi

CONSULTARE IL PROCEDIMENTO

Normativa

Legge regionale n. 4 dell'11/05/2006, art. 17, comma 1

Incaricato

CAPURRO NATASCIA

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
PROCEDIMENTO FINANZIAMENTI PER I PROGETTI PREVISTI DAL PROGRAMMA 'RITORNARE A CASA' Formato docx 16 kb
Programma_Ritornare_a_Casa_istanza_predisposiz_progetto_personalizzato_v1 Formato doc 26 kb
Programma_Ritornare_a_Casa_consegna_pezze_giustificative_v1 Formato doc 26 kb
delaga_riscossione Formato doc 35 kb
delega_riscossione_impediti_alla_sottoscrizione Formato doc 30 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto